La Storia di Lizzano

Viaggi e Vacanze a Lizzano, nel Salento

Lizzano vanta origini certamente antiche, come hanno rivelato diversi scavi archeologici attraverso i quali sono emersi reperti preistorici dell'età neolitica, oltre a necropoli e resti di ville greche e romane.

Dove

Allo splendore della Magna Grecia e all'annessione all'Impero Romano hanno fatto seguito le invasioni dei barbari nel corso delle quali, come gran parte della Puglia, Lizzano fu teatro delle guerre tra Longobardi e Greci.

La storia prosegue con le scorrerie dei Saraceni e con l'epoca della dominazione normanna e verosimilmente fu proprio Albiria, erede del Re Tancredi, a fondare il Casale, il centro attorno al quale si sviluppò il paese di Lizzano.

Il Comune pugliese disteso su dolci e fertili colline rappresentò innegabilmente un ambito bottino di guerra per poi divenire un ricco feudo che passò sotto il dominio di importanti famiglie, dal Duecento fino all'Ottocento quando venne posto termine al sistema feudale.

L'annessione al Regno delle Due Sicilie rappresentò il viatico verso l'entrata nel Regno d'Italia, con Lizzano incluso tra i Comuni della sub-regione storica e geografica della Terra d'Otranto.

Lizzano che attualmente appartiene alla provincia di Taranto è, infatti, prossimo al Salento, sia dal punto di vista geografico che culturale e quando durante i lavori dell'Assemblea Costituente si pensò alla creazione della Regione Salentina non vi erano dubbi sull'adesione di Lizzano.